Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Dec 11, 2013 in Salvaguardia dello Studente | 0 comments

La matrice di Eisenhower

0 Flares Filament.io Made with Flare More Info'> 0 Flares ×

Chi di voi è mai stato al Pronto Soccorso, saprà che appena arriva un paziente viene classificato seguendo un codice, triage, in base all’urgenza e l’importanza della ferita. Si può adottare un sistema di codificazione simile anche per gestire il nostro tempo.

Come diceva il Presidente Eisenhower, dalla quale questo sistema prende il nome, “la cosa importante, raramente è urgente e ciò che è urgente, raramente è importante”. Bisogna quindi imparare a capire cosa necessita la nostra immediata attenzione e cosa invece può aspettare o, addirittura, essere delegato.

La matrice è composta da due assi, su quella orizzontale si misura l’urgenza di un’attività, su quella verticale si misura l’importanza dell’attività.

Si creano quindi quattro quadranti che determineranno l’importanza e l’urgenza delle attività da svolgere.

Se un’attività finisce nel primo quadrante significa che si tratta di una cosa urgente ed importante. Sono cose che devono essere fatte subito o al massimo entro 48 ore.

Il secondo quadrante raccoglie tutte le attività che sono importanti, ma non urgenti. Queste attività sono quindi quelle che potete pianificare e magari spostare nei giorni successivi.

Passiamo al quadrante “delega”, qui troveremo tutte le attività urgenti, ma non importanti. Sono tutte cose di cui non è necessario vi occupiate voi personalmente e potete far fare ad altri.

L’ultimo quadrante viene riempito di cose non urgenti e non importanti, se queste aumenteranno di importanza verranno spostate al terzo quadrante, altrimenti spesso verranno eliminate.

Come applicare questo sistema alla vita universitaria?

Per prima cosa fatevi una lista delle cose da fare e accanto metteteci la data di scadenza (o la stima di quanto tempo avrete bisogno per completare il lavoro), questo vi permetterà di vedere quali sono le attività più imminenti.

Se avete una scadenza tra 24/48 ore quell’attività finisce nel primo quadrante. Se la scadenza è tra 1 o 2 settimane allora si inserisce nel secondo quadrante.

Nel terzo quadrante si inseriscono tutte quelle attività che possiamo fare nelle pause dallo studio (es. pranzare con gli amici, chiamare qualcuno o andare in palestra). Sono attività alla quale vi dedicherete solo se avrete tempo.

L’ultimo quadrante raccoglierà le attività per la quale non avete tempo e dovrete o rimandare ad un altro momento, oppure fare nelle pause di 5-10 minuti dallo studio (es. caricare le foto su Facebook, mandare un tweet, fare una telefonata).

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Filament.io Made with Flare More Info'> 0 Flares ×
The following two tabs change content below.

Ale

Ale é la fondatrice di Salva Studenti. Ha aperto questo sito con lo scopo di aiutare gli studenti spaesati e dare consigli pratici per 'sopravvivere' all'Università.

Post a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Pin It Share 0 Filament.io 0 Flares ×